Esperto in radioprotezione

Ai sensi dell’art. 4 del D.Lgs. 17 marzo 1995, n. 230 e s.m.i., l’Esperto qualificato è la persona che possiede le cognizioni e l’addestramento necessari

  • sia per effettuare misurazioni, esami, verifiche o valutazioni di carattere fisico, tecnico o radiotossicologico,
  • sia  per assicurare il corretto funzionamento dei dispositivi di protezione,
  • sia per fornire tutte le altre indicazioni e formulare provvedimenti atti a garantire la sorveglianza fisica della protezione dei lavoratori e della popolazione.

La sua qualificazione è riconosciuta secondo le procedure stabilite nel presente decreto.

Ai sensi dell’art. 2 del D.Lgs. 2000, n. 187 e s.m.i., l’Esperto in fisica medica è la persona esperta nella fisica o nella tecnologia delle radiazioni applicata alle esposizioni (su pazienti) che, se del caso agisce o consiglia:

  • sulla dosimetria dei pazienti
  • sullo sviluppo e l’impiego di tecniche e attrezzature complesse
  • sull’ottimizzazione
  • sulla garanzia della qualità, compreso il controllo di qualità
  • su altri problemi che riguardano la radioprotezione relativa alle esposizioni che rientrano nel campo di applicazione del D.Lgs. 187/2000.

Si occupa di:

  • Verificare ill rispetto dei Livelli Diagnostici di Riferimento (LDR) (art.4, comma 3)
  • Consulenza al Responsabile d’impianto radiologico in ordine alla predisposizione di programmi di garanzia e controllo della qualità, di valutazione della dose o dell’attività somministrata ai pazienti (art.8, comma 2-a)
  • Effettuazione delle prove di accettazione prima dell’entrata in uso delle attrezzature radiologiche e le prove di funzionamento (art.8, comma 2-b)
  • Effettuazione delle valutazioni dosimetriche periodiche, in particolare nelle attività che comportino esposizione di bambini,programmi di screening,procedure implicanti alte dosi al paziente (art.9, comma 3)
  • Effettuazione delle valutazioni dosimetriche e delle procedure per la valutazione delle dosi somministrate ai singoli pazienti durante i trattamenti di radioterapia, compresa quella metabolica (art.9, comma 4)
  • Effettuazione delle valutazioni dosimetriche e delle procedure per la valutazione delle dosi somministrate nel corso di attività di ricerca scientifica (art.4, comma 4)

All’EFM compete in via non esclusiva, l’effettuazione, se espressamente incaricato di ciò, delle misure relative alle prove di costanza e la definizione, con Il Responsabile d’Impianto radiologico, del protocollo di misura da utilizzare in tal senso (art.8, comma 2).

Riassumendo, l’Esperto (abilitato per entrambi i decreti, sia per la tutela dei pazienti, sia dei lavoratori e della popolazione) svolge i seguenti compiti:

  • cura gli aspetti radioprotezionistici, compilando:
    • le schede personali di Radioprotezione,
    • i  registri di contaminazione superficiale,
    • i registri di carico-scarico dei radioisotopi,
  • gestisce i dosimetri individuali e l’ archivio dosimetrico, tenendo aggiornati i  documenti  di radioprotezione (schede dosimetriche e registri dei sopralluoghi)
  • gestisce le comunicazioni e le pratiche comunicative ed autorizzative delle fonti radiogene alle autorità locali, etc.
  • valuta  periodicamente  gli  aspetti fisici  del  rischio da radiazioni ionizzanti  in  relazione alle sorgenti utilizzate, agli ambienti e alle modalità di lavoro, ai limiti e alle cautele previste dalla normativa,
  • gestisce l’utilizzo della strumentazione in dotazione,
  • fornisce consulenze su strumentazione, tecniche di lavoro, iter autorizzativi, modalità di smaltimento  di sorgenti di radiazioni.