Manovre di primo soccorso: come proteggersi dal rischio contagio

In questo periodo di emergenza sanitaria, è molto importante soccorrere le persone colpite da arresto cardiaco ed effettuare le manovre di primo soccorso, seguendo alcune linee guida ed accortezze per proteggersi adeguatamente dal rischio contagio.

Come valutare la coscienza e il respiro della vittima, seguendo i comportamenti corretti?
Vediamolo insieme in questo breve articolo!

I kit di primo soccorso

Una breve guida alle dotazioni obbligatorie dei kit di primo soccorso per le aziende.

Si sa, anche in ufficio i piccoli infortuni sono sempre dietro l’angolo: i taglietti provocati dai fogli di carta, i mignolini sbattuti contro le gambe delle scrivanie, le scottature da fotocopiatrice. Proprio per soccorrere anche le vittime di queste quotidiane disavventure, il Ministero della Salute ha stabilito che ogni azienda debba sempre avere in dotazione un kit di primo soccorso. Il Decreto n.388 del 15 luglio 2003 specifica le regole da seguire e indica i parametri secondo i quali un’attività debba dotarsi di una cassetta (aziende di gruppo A e B) o di un pacchetto di primo soccorso (aziende di gruppo C). Il contenuto dei kit di pronto soccorso, così come la loro classificazione per gruppi, dipende infatti dalla tipologia di azienda, dal numero di dipendenti e dai fattori di rischio delle attività svolte. Questa la distinzione.